L’AMERICANA TUTTA EUROPEA

Una storia particolarissima per l’auto che, 50 anni fa, catapultò il sapore selvaggio degli Stati Uniti sulle strade d’Italia.


Salone dell’auto di Bruxelles, 15 gennaio 1969: per nove giorni è rimasta sul suo piedistallo, completamente celata da un pesante telone. Quando la cortina cala, la distanza tra gli U.S.A e l’Europa scompare per un’istante. La Ford Capri MK1 è la quintessenza di un mondo visto, fino ad allora, quasi esclusivamente solo attraverso i film. Linea mozzafiato, muso lungo e aggressivo, posteriore corto e compatto, cerchi sportivi e un profilo che è duro ed elegante al tempo stesso. Libera e selvaggia: un’auto alla Steve McQueen. La Capri, con il suo motore a V da 1300 fino a 3000 cc e le colorazioni fantasiose inedite in Italia, si rivelò un modello così ben riuscito da superare le aspettative dei suoi creatori. Fu un caso, all’epoca più unico che raro, di un modello americano costruito in Inghilterra e Germania unicamente per il mercato europeo che finì per essere reimportato negli Stati Uniti. E non era che il primo passo di una carriera iniziata 50 anni fa che verrà raccontata a Verona Legend Cars dal Taunus Devil drivers, l’unico club Italiano dedicato a sole Ford Europee anni 60/70/80. La famiglia delle Capri, infatti, si arricchì prima con la più elegante la versione face-lift del ‘73 -nuovi fanali posteriori e caratteristica bolla sul cofano - poi, con la più sobria MK2 - dotata di portellone posteriore e freni a disco – seguite da diverse modelli speciali e la terza e ultima serie, che smise di essere prodotta quasi vent’anni dopo la prima: nel dicembre del 1986 toccando gli 1.886.647 esemplari. Ma era solo una pausa perché, già alla fine degli anni ’90, grazie all’uso della Rete nascono i primi Club e la passione per le Capri continua.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

LA “FAVOLOSA” CORRADO VW
Dal Corrado Club Italia, il raduno con tutte le motorizzazioni europee di un modello che ha contribuito all’evoluzione delle sportive su strada

Considerata dagli appassionati l’ultimo “vero” coupé Volkswagen, la Corrado del 1988 è un’auto sportiva, compatta e con un’ampia e ricercata scelt...
IL PIACERE DI GUIDARE UNA BMW
Il Bmw Drivers Club Italia torna a Verona Legend Cars con la filosofia che ne ha fatto un punto di riferimento in Italia per gli amanti del marchi ...

Dalle storiche agli ultimi modelli, dalle più “docili” alle grintose M: per il Bmw Drivers Club Italia la passione per le BMW è senza tempo e il p...
LO STILE INCONFONDIBILE DEL DOUBLE CHEVRON
Il raduno Domenica 12 maggio dedicato alla sofisticata Citroën XM

Le finiture eleganti, i comandi della radio sul volante, la linea filante disegnata dal Centro Stile Bertone, motorizzazioni potenti e comfort ecc...
EDITORIA D’EPOCA: LO SCRIGNO DELL’EPOPEA
Le storie, gli aneddoti e il mito di piloti, auto e circuiti

Estremamente ben rappresentata nell’edizione 2019 è di Verona Legend Cars è l’editoria d’epoca: una raccolta di libri storici dedicati all’epopea ...
VERONA LEGEND CARS 11 -12 MAGGIO 2019
Il team di Verona Legend Cars è già all’opera per una quinta edizione all’insegna dell’eleganza e dell’emozione racchiuse nel mondo Classic.

Torna l’appuntamento con il mondo dell’auto classica. Tra l’11 e il 12 maggio 2019 alla Fiera di Verona convergeranno oltre 1000 vetture storiche ...
ALFA ROMEO 916 IN RADUNO
Gtv e Spider dell’ultimo modello prodotto ad Arese si incontrano Domenica 12 al salone scaligero.

Tornano a Verona Legend Cars le "Gtv 916" e "Spider 916”, disegnate dall'Ingegner Enrico Fumia per il centro stile Pininfarina. Le 916 sono state ...
A CACCIA DI RICAMBI
A Verona una scelta che spazia i marchi e le epoche

Verona Legend Cars mette offre ai collezionisti la possibilità di trovare i pezzi di ricambio originali dei grandi Marchi italiani ed esteri tra i...
IL GRANDE CUORE DELLA ‘TREMENDA’ Z3 BMW
Sabato 11 il raduno di un gruppo di appassionati non convenzionali per un’auto decisamente fuori dal comune

Originale, incontenibile, generosa. La Z3 BMW è un’auto particolare perché racchiude in sé lo slancio della gioventù. Non succede sempre nella sto...