100 e 10 ANNI ALFA ROMEO!

Celebrato con un raduno del Club Alfa Romeo Dolomiti il traguardo di un marchio che ha fatto nascere la grande tradizione delle berline sportive italiane.


È uno dei più antichi marchi al mondo ancora attivo nella produzione automobilistica. Ed è uno dei più tenacemente amati dagli appassionati. Alfa Romeo taglia il traguardo dei 110 anni: un risultato eccezionale per un mito italiano che ha traghettato i valori positivi e l’emozione della sportività sui veicoli di grande serie. Ma non si tratta solo di velocità: il successo pressoché ineguagliato di Alfa Romeo nasce parimenti dall’innovazione, dal design e dal concetto di “bellezza necessaria”: pura, comunicativa, senza orpelli. È questo mix a rendere le Alfa davvero speciali: auto “disegnate dal vento” sì, ma anche “auto per famiglie che vincono le corse”.
Fin dagli anni ‘30, infatti, le Alfa Romeo erano praticamente imbattibili in pista perché sviluppavano soluzioni tecniche concettualmente almeno 10 anni in anticipo rispetto alla concorrenza. Lo stesso si può dire della Giulietta degli anni ‘50, la prima berlina sportiva per il grande pubblico che, declinata in versione decapottabile, fece improvvisamente invecchiare addirittura le spider inglesi, che quanto a fascino erano considerate irraggiungibili. Tra gli anni ‘60 e gli anni ‘70 l’Alfa 33 venne universalmente riconosciuta come uno tra i più felici esempi di auto sportiva mai realizzata, per estetica ed efficacia. Ancora negli anni ‘90 la tradizione si confermava immutata quando proprio da Alfa Romeo veniva sviluppata la tecnologia Common Rail, che cambiò dal giorno alla notte le prestazioni e l’appetibilità dei motori diesel.
Le Alfa, quindi, vincevano in pista creando un legame affettivo fortissimo con il pubblico che dura tuttora, ma non erano, e già fin dall’inizio, solo auto sportive: erano auto di lusso e di stile, con un’anima quintessenzialmente sportiva. Lo era la Giulia negli anni ‘60, lo è stata la Montréal, lo è l’Alfa 156 degli anni ‘90 con decine di premi vinti solo per lo stile e lo sono, ai nostri giorni, le 8C e le più recenti 4C.
Ecco quindi l’orizzonte di un mito italiano la cui fama è conosciuta in tutto il mondo. Un orizzonte che si aprirà nei grandi spazi di Verona Legend Cars tra Sabato 9 e Domenica 10 maggio 2020.
Grazie al raduno organizzato dal Club Alfa Romeo Dolomiti: un’occasione per declinare e godere la passione Alfa in tutte le sue sfaccettature.
E per gli “alfisti” che volessero partecipare con la propria auto, l’indirizzo da contattare è: alfaromeobolzano@gmail.com

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

SEMPLICEMENTE PANDA
Leggera, simpatica e indistruttibile. L’auto disegnata da Giugiaro 40 anni fa è un gioiello di essenzialità. L’universo Panda si darà appuntamento ...

Alcuni considerano la Panda di Giugiaro l’erede spirituale della FIAT 500 che ha motorizzato l’Italia. E un elemento in comune ce l’hanno di sicur...
GRAZIE ALLE NOSTRE FORZE DELL’ORDINE
Era il 2019 e sullo stand della Polizia di Stato compariva una Willis rossa fiammante

Oggi le nostre Forze dell’Ordine sono chiamate a svolgere la loro missione in un’Italia chiusa e intimidita. Assieme a medici, infermieri, farmaci...
ARRIVA IL YOUNGTIMERFEST!
Torna a Verona Legend Cars il sesto appuntamento dedicato alle auto immatricolate tra il 1980 e il 2000 organizzato da Youngtimer/Ruoteclassiche d ...

È iniziata a Verona Legend Cars nel 2018 l’avventura di Youngtimer, la rivista nata dal mensile Ruoteclassiche e dedicata esclusivamente alle ‘gio...
SULLE ALI DEL TEMPO
La Fiat “500 Spider Sport” 1949 della Carrozzeria Colli

Continua la nostra ricerca di chicche dal passato per riempire di storie e significati questo periodo di quarantena.

In foto la “500 Spider Sp...